In una particella virale possiamo distinguere due elementi costitutivi:

1.       Un rivestimento esterno proteico detto capside

2.       Un elemento interno di acido nucleico

Il capside e l’acido nucleico uniti insieme costituiscono il nucleocapside.

Il nucleocapside nei diversi virus ha una forma riportabile a due tipi fondamentali:

1.       Bastoncellare, nei virus a simmetria elicoidale

2.       Rotondeggiante in quelli icosaedrici a simmetria cubica

I nucleocapsidi dei due tipi possono essere circondati da un involucro. Alcuni virus hanno forma e struttura non riportabili ai tipi indicati, altri nei quali i due tipi di simmetria sono presenti contemporaneamente.

Il capside, avvolgendo l’acido nucleico, è un elemento di estrema importanza per la sopravvivenza del virus nell’ambiente esterno e conferisce al virus la specificità dell’ospite. Gli elementi costituenti il capside non sono tenuti insieme da legami covalenti. Questa caratteristica è fondamentale negli eventi che seguono la penetrazione del virus nella cellula ospite e l’uscita dell’acido nucleico dal capside.